menu

Faq

1. Quali sono i fattori da considerare prima di acquistare un infisso?

– TENUTA DALLE INTEMPERIE

Un buon serramento deve proteggere dagli agenti atmosferici in modo da contenere i costi di riscaldamento e condizionamento. Controlliamo che i nuovi infissi siano certificati secondo le norme UNI a garanzia di:
a. Isolamento a tenuta all’aria secondo la norma UNI-EN 12207
b. Tenuta alle infiltrazioni d’acqua secondo la norma UNI-EN 12208
c. resistenza alle sollecitazioni del vento secondo la norma UNI-EN 12210
d. Isolamento termico secondo la norma UNI-EN 10077/1.

– ISOLAMENTO TERMICO
In base alle regioni in cui abitiamo, varia orientamento e posizione cardinale della nostra abitazione, l’infisso che andremo a scegliere dovrà rispondere ad una serie di requisiti per l’isolamento termico.
In ogni caso, come abbiamo già accennato, lo spessore della finestra non dovrà essere inferiore 68 mm., ed avere almeno due guarnizioni (una sull’anta e l’altra sul telaio fisso). Inoltre per il vetro deve possedere almeno un coefficiente di trasmittanza termico (Uw) pari a 2,6 2,8 W/mq K.

– VENTILAZIONE
E’ opportuno chiedere tutti gli accessori che applicati all’ infisso possano garantire la ventilazione degli ambienti con l’obbiettivo di ottenere: il ricambio d’aria per riossigenare l’interno. allontanamento dell’anidride carbonica prodotto dell’uomo e dell’eventuale ossido di carbonio generato dalla combustione la diluizione di odori generati da persone, da fumi di sigarette, dalla cottura di cibi e da altre attività domestiche. diminuzione dell’umidità dell’aria per evitare condensa e formazione di muffa.

– RUMORE
Chi abita nelle grosse città dovrà necessariamente tenere conto del problema dei rumori caotici e stressanti cittadini. Il grado di insonorizzazione dipende da: la sezione della finestra che permetta di alloggiare il vetro-camera con vetri di spessore diverso. certificazione di prodotto di permeabilità all’aria UNI-EN 12207 in classe 3 o 4, che significa già di base la presenza di buone guarnizioni e una buona sigillatura del vetro. Dichiarazione di buona posa in fase di installazione che garantisca il fissaggio e incollaggio come il silicone, le viti e la sigillatura con schiuma poliuretanica.

– SICUREZZA
Un serramento con scarso livello di componenti di sicurezza non potrà garantire una protezione totale contro il fenomeno dei furti in appartamenti. Ecco cosa chiedere affinché il nostro infisso ci dia la massima sicurezza: una ferramenta di chiusura che abbia almeno un punto di chiusura antieffrazione; un vetro antisfondamento un essenza di fibra dura per garantire un buon ancoraggio delle viti di fissaggio; delle cerniere adeguatamente dimensionate al peso della finestra.

– ESTETICA
L’ampia gamma di colori in più essenze potrà permetterci di scegliere l’infisso con le caratteristiche estetiche più personalizzate possibili in modo da abbinarsi con il tipo di arredamento interno.

2. In che modo le finestre isolanti aiutano a rispettare l’ambiente?

Tutti i serramenti realizzati da Sicilinfissi abbattono in modo consistente le dispersioni termiche, consentono di ridurre i consumi energetici per il riscaldamento e per il raffrescamento delle nostre abitazioni. In tal modo si riduce l’emissione di anidride carbonica con riflessi positivi sull’ambiente.

3. In cosa consistono le detrazioni fiscali del 65%?

Il risparmio consiste nella possibilità di ottenere detrazioni fiscali IRPEF pari al 65% dell’investimento effettuato per la sostituzione dei vecchi serramenti. L’importo massimo detraibile è di 60.000 euro per ogni fabbricato e il rimborso può essere dilazionato da un minimo di 3 fino ad un massimo di 10 anni.

4. Cosa indica il valore Uw di un serramento?

Il valore Uw indica la quantità di energia (calore) che passa attraverso la finestra per metro quadro nell’arco di 1 ora. Più basso è il valore Uw di un infisso, minore è il flusso di energia che si disperde (perdita di calore). Quindi più è basso il valore Uw di un infisso, maggiore è la sua capacità di isolamento termico (sia dal freddo che dal caldo).

5. A cosa è dovuto il problema della condensa?

La condensa (traspirazione) è un fatto completamente naturale causato dall’eccessiva umidità dell’aria presente in luogo chiuso. Quando l’aria umida entra in contatto con una superficie più fredda (vetro, cerniere, maniglie, ecc.) il vapore si condensa in micro gocce formando la condensa.

6. Le vostre finestre posso aiutarmi a risolvere i problemi di condensa?

Tutte le nostre finestre sono studiate per mantenere il più possibile la temperatura del vetro uguale a quella della stanza, in questo modo si riduce il fenomeno della condensa. E’ utile inoltre controllare il grado di umidità dell’aria presente nell’ambiente. A tal proposito le nostre finestre sono dotate di anta a ribalta o ancora meglio di aerazione controllata (nella finestra con ferramenta a nastro) aiutano a prevenire in modo significativo il fenomeno della condensa.

7. Cosa devo fare per mantenere a lungo la qualità e la bellezza delle vostre finestre?

Tutti i nostri serramenti sono costruiti per durare a lungo nel tempo. Tuttavia una serie di accorgimenti possono aiutare a mantenere intatte le caratteristiche come:

– pulire il serramento utilizzando detergenti neutri, non usare prodotti o materiali abrasivi;

– pulire le guarnizioni 2 o 3 volte l’anno con materiali ungenti che restituiscono elasticità;

– ingrassare i meccanismi della ferramenta periodicamente;

– procedere alla regolazione della ferramenta in caso di cattivo funzionamento della stessa;

– procede alla pulizia dei vetri con prodotti detergenti multiuso oppure acqua e aceto.

8. Che cosa è esattamente il PVC?

Il cloruro di polivinile, o PVC, è una materia termoplastica, prodotta partendo da materie prime naturali, sale e petrolio. Il PVC in polvere si ottiene al termine di varie fasi di trasformazione. Il PVC è una delle materie plastiche più adattabili, più economiche e più diffuse, ed è dotato di resistenza molto elevata.

9. Il PVC è competitivo rispetto a materiali tradizionali come legno e alluminio?

Rispetto ai materiali storicamente impiegati nella costruzione di infissi, come il legno e l’alluminio, il PVC supera di gran lunga i propri “concorrenti” pressoché su tutti i terreni di sfida. Finestre e infissi in PVC si piazzano infatti decisamente al primo posto sia per quanto riguarda fattori di resistenza e durevolezza che in fatto di praticità e manutenzione, senza contare il notevole risparmio economico dato dalla sua maggior capacità di isolamento termico.