fbpx

BONUS SICUREZZA 2023/2024

Il bonus sicurezza consiste in una detrazione fiscale al 50%, se vengono effettuati:

“Interventi finalizzati a prevenire il rischio di comportamenti illeciti da parte di terzi, come furto, aggressione, sequestro di persona, e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti”.

Con scadenza al 31 dicembre 2024, il bonus contempla l’agevolazione fiscale del 50% per i seguenti interventi:

  • Porte blindate;
  • Vetri antieffrazione;
  • Grate di sicurezza, inferriate o persiane di sicurezza;
  • Sistemi antifurto.

Il bonus, quindi, serve proprio a migliorare la sicurezza nelle proprie abitazioni.

A CHI SPETTA IL BONUS SICUREZZA?

Ogni contribuente tenuto a pagare l’irpef, senza limiti di reddito, può richiedere il bonus, in particolare:

  • Proprietari dell’immobile;
  • Soggetti titolari di un diritto reale sull’immobile;
  • Locatori e comodatori;
  • Soci delle società semplici;
  • Imprenditori individuali.

Il bonus sicurezza è in scadenza al 31 dicembre 2024, viene erogato tramite detrazione fiscale dell’irpef per l’anno dell’intervento, suddiviso in 10 quote annuali di pari importo, i pagamenti dei lavori devono essere tracciabili, quindi con: carte di credito, di debito o bonifico parlante.

Per aderire al bonus sicurezza, si consiglia vivamente la conservazione di tutti i documenti inerenti ai lavori eseguiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto